IMG_8543

Giornate FAI di primavera: Casa d’artista Lino Sabattini_ Visita di casa mia

Non perdete l’esclusiva opportunita’ di visitare casa mia grazie a Fai Fondo Ambiente Italiano, durante le Giornate FAI di primavera

Itinerari alla scoperta dei tesori di Bregnano

Autodidatta affascinato dall’architettura moderna, scoperto da Gio Ponti, comincia una esaltante esperienza internazionale sottolineata dai consensi della critica. Lavora a Parigi e a Milano per aziende prestigiose. Inizia quindi la solitaria avventura che si concretizza nell’argenteria Sabattini di Bregnano, diventando imprenditore delle sue idee, della sua sensibilità, di quella sua diversità. La misura, l’equilibrio, la tecnica e la fantasia sono conferite alle sue inimitabili opere. All’impresa si affiancherà la casa d’abitazione, da lui stesso progettata nei minimi particolari e che oggi, cessata l’attività, resta una vitale testimonianza del suo ingegno e delle sue opere, presenti in prestigiosi musei del mondo intero. La sua produzione ed il suo genio hanno riscosso l’ammirazione di alcuni tra i più notevoli nomi del design e dell’architettura contemporanea, tra di essi il già citato Gio Ponti, Bruno Munari e Filippo Alison.

Ecco il programma della giornate e come raggiungerci:

http://www.giornatefai.it/luoghi/87555

the history of design

The history of Design_Brianza from 50’s to 80’s

The History of Design

Brianza from 50’s to 80’s

In occasione di Expo Milano 2015 Arredaesse racconta la passione per l’architettura e il design attraverso “The History of Design”, una retrospettiva dedicata ai grandi maestri che con le loro abilita’, il loro lavoro, il loro ingegno e coraggio hanno segnato e contribuito a rappresentare la Brianza.

 Vi aspetto per mostrarVi alcuni miei pezzi disegnati con Gio Ponti.

During Milan Expo 2015 Arredaesse will tell the passion of architecture and design through“The History of Design”, a retrospective dedicated to the Master whose skills, ability, work, talent and courage made a value contribute for their region.

Can’t wait to show you some my of creations designed with Gio Ponti.

ARREDAESSE HEAD QUARTER
Via Garibaldi 70
22060 Carugo (CO)

Schermata 2015-05-03 alle 12.37.06

Arts&Foods_Rituals since 1851

Triennale di Milano

9 aprile -1 novembre 2015

Vi aspetto per mostrarvi alcuni dei miei pezzi più’ noti ad Arts&Foods, un interessante esibizione che offre una panoramica mondiale sugli intrecci estetici e progettuali che hanno riguardato i riti del nutrirsi.

I’m proud to announce that I’ll be showcasing some of my most popular pieces at Arts&Foods, a world-class exhibition providing an overview of the interaction between aesthetics and design in the rituals of eating.

Curated by Germano Celant

Exhibition Design: Studio Italo Rota
Graphic Design: Irma Boom Office
Catalogue: Electa

Con una prospettiva stratificata e plurisensoriale  Arts & Foods, a cura di Germano Celant e con l’allestimento dello Studio Italo Rota, cercherà di documentare gli sviluppi e le soluzioni adottate per relazionarsi al cibo, dagli strumenti di cucina alla tavola imbandita e al picnic, dalle articolazioni pubbliche di bar e ristoranti ai mutamenti avvenuti in rapporto al viaggio per strada, in aereo e nello spazio, dalla progettazione e presentazione di edifici dedicati ai suoi rituali e alla sua produzione. Il tutto apparirà intrecciato alle testimonianze di artisti, scrittori, film makers, grafici, musicisti, fotografi, architetti e designers che, dall’Impressionismo e dal Divisionismo alle Avanguardie storiche, dalla Pop Art alle ricerche più attuali, hanno contribuito allo sviluppo della visione e del consumo del cibo.

Una raccolta e un viaggio nel tempo che rifletterà creativamente il tema dell’Esposizione Universale di Milano, “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, attraverso centinaia e centinaia di opere, oggetti e documenti provenienti da musei, istituzioni pubbliche e private, collezionisti e artisti da tutto il mondo.

Curated by Germano Celant and with the display design by Studio Italo Rota, Arts & Foodswill use a multi-level, multi-sensorial approach to examine the developments and solutions adopted with regard to food. It will range from kitchen implements to laid tables and picnics, and public aspects in the form of bars and restaurants. It will also examine the changes brought about in road, air and space travel, as well as the design of buildings devoted to the rituals and production of food. All of this will be accompanied by the testimony of artists, writers, film makers, graphic designers, musicians, photographers, architects and designers who, from Impressionism and Divisionism to the historical avant-garde movements, and from Pop Art to the latest artistic research, have helped develop the vision and consumption of food.

This journey through artefacts and time will offer a creative reflection on “Feeding the Planet, Energy for Life”, the theme of the World Expo in Milan, with hundreds and hundreds of books, objects and documents from museums, public and private institutions, collectors and artists around the world.

Arts&Foods

Triennale di Milano
Viale Alemagna, 6, 20121. Milano
T. +39.02.724341

copertina_reflets d'amitie

Reflets d’amitie’_

Sull’argento, simbolo di lusso e di eleganza, si è fondata la produzione Christofle fin dalla sua nascita nel 1830.

Nel 2008, presso la Triennale di Milano, in occasione del Salone del Mobile, Christofle ha voluto raccontare un punto focale della sua storia cioè lo straordinario incontro con Gio Ponti, e il percorso creativo  che ha dato vita ai pezzi in argento disegnati tra il 1925 ed il 1978, alcuni dei quali messi in produzione solamente in occasione di questa importante mostra.

Una collezione di oggetti di grande impatto visivo ed emotivo, per lo più sconosciuti al grande pubblico, comunque chiave di lettura di un’impresa da sempre votata alla modernità, all’innovazione e al futuro.

Attraverso queste eccezionali riedizioni, l’esposizione della Triennale ripercorre l’arte e lo stile di Ponti nel corso di tre momenti emblematici della sua opera, ponendo l’accento sul fecondo rapporto creativo e sulle affinità tra tre figure chiave : Gio Ponti, Tony Bouilhet, allora proprietario e direttore della Christofle, e il giovane orafo italiano Lino Sabattini.

« Reflets d’Amitié », la mostra simbolo di una straordinaria collaborazione creativa tra Parigi e Milano.

Per Lino questa e’ l’importante occasione per mostrare finalmente al pubblico i magnifici esemplari frutto della collaborazione con Ponti e Christofle. Oggetti meravigliosi che all’epoca risultarono “troppo moderni”.

Leggi la cartella stampa: Reflets d’amitie_cartella stampa_Ponti-Sabattini

a cura di:
Brigitte Fitoussi_Art Director di Christofle
Sophie Bouilhet Dumas_Curatrice del progetto Christofle – Ponti, membro della famiglia Bouilhet-Christofle e pronipote di Gio Ponti
Salvatore Licitra_Archivista e curatore della mostra alla Triennale. Artista e nipote di Gio Ponti
Italo Lupi_Responsabile di entrambi la scenografia e la grafica della mostra alla Triennale
Lino Sabattini_Consulente per il progetto Christofle – Ponti 2008. Orafo indipendente
Testi_Lisa Ponti- Brigitte Fitoussi – Sophie Bouilhet Dumas

Le visioni di Lino Sabattini-1

Le visioni di Lino Sabattini _ Mostra

Salone del mobile 2013

Le visioni di Lino Sabattini _ maestria e genio nel mestiere d’arte

La mostra di Lino Sabattini, realizzata in collaborazione con la Galleria Paloma, si inserisce nel contesto delle numerose iniziative promosse dalla Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte a Milano, con il supporto di Vacheron Constantin, per l’edizione 2013 delle Giornate Europee dei Mestieri d’Arte.

Per la prima volta a Milano una mostra che celebra e svela al grande pubblico l’artista, argentiere e designer: uno dei maggiori maestri d’arte lombardi, ben noto agli studiosi e appassionati di design. Un’opportunità unica per scoprire e ammirare prototipi, bozzetti di ricerca, disegni che raccontano nascita e realizzazione di un campione rappresentativo della vasta ricerca di Lino Sabattini, all’insegna dell’eccellenza e di una visionaria modernità.

http://giornatedeimestieridarte.it/le-visioni-di-lino-sabattini/

a cura di/curated by_Daniele Lorenzon

coordinamento generale/general coordination_Alberto Cavalli Alessandra de Nitto

con la collaborazione di/with the collaboration of_Federica Cavriana Francesca Sammartino

progetto espositivo/exhibition project_Daniele Lorenzon

produzione allestimento/exhibition production_Studio Metria

testi/texts_Alessandra de Nitto

fotografie/photographs_Emanuele Zamponi

progetto grafico/graphic design_Studio Loveeman

traduzioni/translations_Giovanna Marchello

si ringrazia/special thanks to_Gisella Alfieri Sabattini

Visulizza la brochure della mostra: Brochure mostra Sabattini